Menu
TECNOPOLIS, società di ingegneria di Bologna, è specializzata nella progettazione di strutture direzionali, commerciali, industriali e logistiche.

REVAMPING DEI PADIGLIONI 29-30

Fiera di Bologna

Il 13 settembre 2018 sono stati inaugurati i nuovi padiglioni 29-30 della Fiera di Bologna, abbattuti lo scorso novembre e ricostruiti nel tempo record di soli 10 mesi.

Tecnopolis ha ricoperto l’incarico di coordinatore generale, e ha redatto il progetto esecutivo delle strutture in opera e il progetto costruttivo esecutivo delle opere edili.

 

L’intervento  rientra  nell’ambito  di  un  piano  di  restyling  e  ampliamento  del  quartiere  fieristico  di Bologna, che prevede investimenti complessivi per 138 milioni di euro entro il 2024 e che consentirà di raggiungere una superficie espositiva complessiva di 270.000 metri quadri con un incremento del 35%.

 

I nuovi padiglioni 29-30

Il nuovo complesso espositivo, un’opera imponente realizzata secondo i più elevati standard costruttivi, è caratterizzato da una copertura con travi di 72 metri di luce senza il sostegno di pilastri, volumi di altezza di circa 12 metri per un totale di 33 mila mq di superficie. Le nuove strutture, dotate dei migliori  impianti tecnologici attualmente disponibili, sono utilizzabili anche come struttura unica senza soluzione di continuità. Completamente modulabili in funzione delle esigenze di ciascuna manifestazione, i nuovi padiglioni permettono la massima flessibilità di allestimento e, grazie alla loro altezza, consentono l’utilizzo di stand multipiano.

La spina centrale della composizione è il “mall”, un asse che attraversa il complesso fieristico da nord a sud, creando flussi di scorrimento su vari livelli, sia per gli elementi di servizio che per i visitatori. L’impiego di ampie superfici traslucide garantisce un’illuminazione naturale diurna omogenea e diffusa. Il verde esistente viene valorizzato e implementato assolvendo alla funzione di cerniera tra il tessuto compatto, a sud, e gli spazi verdi a nord.