Menu
  • Italiano
  • Inglese
TECNOPOLIS, società di ingegneria di Bologna, è specializzata nella progettazione di strutture direzionali, commerciali, industriali e logistiche.

Sede Arpae

Ferrara

Il progetto della nuova sede Arpae di Ferrara, elaborato da Studio MCA Bologna Tecnopolis, è fortemente caratterizzata dalla sostenibilità ambientale ed è capace di generare attraverso la sua forma e la sua immagine un nuovo spazio di lavoro di altissima qualità architettonica e ambientale, espressione dei valori di cui Arpae è portatrice.

L’edificio è caratterizzato dalla presenza di 112 camini che controllano la luce solare e migliorano la ventilazione naturale. Realizzato interamente in legno e in materiali eco-compatibili reperiti localmente, si inserisce con armonia nel contesto.

Forma e orientamento sono pensati per minimizzare al massimo l’impatto ambientale, le emissioni inquinanti, i consumi energetici e l’utilizzo di impianti. La maggior parte dell’energia necessaria proviene da fonti energetiche rinnovabili.

Tutti gli spazi di lavoro sono aperti verso l’esterno o verso corti verdi. Particolare importanza è data allo spazio di connessione tra il blocco laboratori e il blocco uffici. Una corte centrale coperta ospita la reception di accoglienza, il front-office e tutte le attività di interfaccia con il pubblico, fulcro della sezione su cui si affacciano sale meeting, uffici e il centro di formazione regionale. Le scelte progettuali effettuate rispondono alle esigenze di Arpae di massimizzare la qualità degli spazi.

La copertura assolve alle funzioni energeticamente più importanti diventando condotto della luce naturale zenitale, estrattore d’aria calda durante la stagione estiva e superficie captante durante la stagione invernale. Oltre ai pannelli solari termici per la produzione di acqua calda, vi sono ospitati circa 300 metri quadri di pannelli fotovoltaici.

Iniziative progettuali principali

  • Passive Solar Building Design: idoneo orientamento, controllo dell’irraggiamento solare, camini solari per il trasporto della luce zenitale
  • Minimo impatto su lotto e contesto
  • Utilizzo dell’acqua di falda per la climatizzazione dell’edificio, riutilizzata poi per coprire tutte le esigenze idrosanitarie dell’edificio e per l’irrigazione
  • Prevalenza di materiali eco-compatibili progettati per massimizzarne efficienza e durata nel tempo
  • Uso di Energie rinnovabili

Foto di Lena Taddia

Committente: Arpae
Inizio progettazione: 2006
Fine lavori: 2018
Superficie complessiva: mq 2.600