Menu
  • Italiano
TECNOPOLIS, società di ingegneria di Bologna, è specializzata nella progettazione di strutture direzionali, commerciali, industriali e logistiche.

Riqualificazione area ex Mercatone Uno

Bologna

L’area urbana oggetto di intervento è dislocata su via Stalingrado in posizione strategica rispetto alla Fiera di Bologna. E’ stata sede fino a tempi recenti di un punto vendita della catena Mercatone Uno.

Il progetto di riqualificazione dell’area presenta una serie di peculiarità, dettate dal contesto urbano in cui è inserita, che hanno suggerito le scelte progettuali e la composizione planivolumetrica dell’edificio Direzionale Plurifunzionale progettato.

Scelte progettuali

Grande rilevanza è data agli spazi esterni a contorno dell’edificio in progetto, data la vicinanza e la diretta correlazione col complesso di Porta Europa, sede del gruppo UnipolSai, corredato di terrazzamenti e giardini pensili. Tali spazi comprendono oltre 2.000 mq di aree pavimentate o verdi, articolate su più livelli. Le aree sono collegate tra loro da un percorso pedonale, enfatizzato da una pensilina di forte impatto visivo, in grado di attrarre il passante a intraprendere il percorso che porta alla piazza in quota dell’edificio in progetto e, oltre viale della Repubblica, ai giardini di Porta Europa.

L’intero complesso risulta inoltre molto permeabile agli accessi pedonali e ciclabili, integrandosi coi percorsi dedicati già esistenti all’intorno.

Grande importanza è data alla scelta dei materiali di rivestimento e finitura, in modo da colloquiare con le preesistenze. Fanno eccezione alcuni elementi che caratterizzano i volumi compositivi, per i quali la scelta è ricaduta sull’acciaio Cor-ten, dall’aspetto materico e di forte impatto estetico.

Il progetto prevede l’insediamento di alcune attività di servizio quali un’agenzia bancaria, un’agenzia assicurativa, un poliambulatorio nonché uffici direzionali con sala conferenze. Il tutto servito da un parcheggio interrato su due livelli.

Il progetto presenta soluzioni architettoniche e impiantistiche mirate a certificare l’immobile in Classe A. Sono previste pareti esterne realizzate a secco e ventilate, frangisole e tende esterne per le parti trasparenti, tetto in larga parte verde per ridurre l’effetto “isola di calore” e impianto fotovoltaico sulla restante parte del coperto, impianto di trattamento dell’aria ad alta efficienza nonché impianto di recupero delle acque grigie e delle acque meteoriche di falda.